Patto di corresponsbilità

 
PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’
(in base all’Art. 3 DPR 235/2007)
 
APPROVATO DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO in data 10 SETTEMBRE 2008
 
Il Piano dell’Offerta Formativa si può realizzare solo attraverso la partecipazione responsabile di tutte le componenti della comunità scolastica. La sua realizzazione dipenderà quindi dall’assunzione di specifici impegni da parte di tutti.
 
I docenti si impegnano a:
1)      Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli adempimenti previsti dalla scuola;
2)      Non usare mai in classe il cellulare;
3)      Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola;
4)      Essere attenti alla sorveglianza degli studenti nell'edificio scolastico;
5)      Informare studenti e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti;
6)      Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione;
7)      Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche;
8)      Comunicare a studenti e genitori con chiarezza i risultati delle verifiche;
9)      Effettuare almeno il numero minimo di verifiche previste nel POF;
10)  Correggere e consegnare i compiti entro 15 giorni e, comunque, prima della prova successiva;
11)  Favorire un clima scolastico positivo fondato sul dialogo e sul rispetto;
12)  Favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;
13)  Incoraggiare gli studenti ad apprezzare e valorizzare le differenze;
14)  Lavorare in modo collegiale con i colleghi della stessa disciplina, con i colleghi dei consigli di   classe e con l’intero corpo docente della scuola nelle riunioni del Collegio dei Docenti;
15)  Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate;
16)  Dialogare con gli organismi di rappresentanza degli studenti per favorire il conseguimento delle finalità educative della scuola.
 
Le studentesse e gli studenti si impegnano a:
1)      Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;
2)      Non usare mai in classe il cellulare;
3)      Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente;
4)      Chiedere di uscire dall’aula solo in caso di necessità ed uno per volta;
5)      Intervenire durante le lezioni in modo ordinato e pertinente;
6)      Conoscere l’Offerta Formativa presentata dagli insegnanti;
7)      Rispettare i compagni, il personale della scuola;
8)      Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui;
9)      Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto;
10) Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
11) Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
12) Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
13) Favorire la comunicazione scuola/famiglia;
14) Sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti.
 
 
I genitori si impegnano a:
1)      Conoscere l’Offerta formativa della scuola;
2)      Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
3)      Controllare sul libretto le giustificazioni di assenze e ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti;
4)      Rivolgersi al Docente Coordinatore di Classe e, se necessario, al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali del proprio figlio;
5)      Dare informazioni utili a migliorare la conoscenza degli studenti da parte della scuola;
6)      Limitare le assenze, i permessi di entrata posticipata e/o di uscita anticipata ai casi di effettiva necessità.
 
Il personale non docente si impegna a:
1)      Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;
2)      Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza;
3)      Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;
4)      Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati;
5)      Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti);
 
Il Dirigente Scolastico si impegna a:
  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
  • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
  • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;
  • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate.
 
 
 
                          
                                                
 
 
 
 
 
 

Informazioni aggiuntive